Seminario in Assemblea su giovani, media e cyberbullismo, Garante minori: Basta relazioni effimere

01.12.2017

Educare gli adolescenti all’uso dei media, dalla tv ai social, con particolare attenzione al fenomeno del cyberbullismo. Questo il tema del seminario dal titolo Focus media e legalità organizzato da Associazione D.E-R (Documentaristi Emilia-Romagna), il servizio Diritti dei cittadini dell’Assemblea Legislativa della Regione e dal Corecom regionale. La garante per l’infanzia e l’adolescenza Clede Maria Garavini ha ricordato che ogni 8 ore un ragazzo in Europa muore vittima di bullismo; questo non è un fenomeno nuovo ma nuove sono le forme che assume grazie ai new media che vedono i ragazzi nel ruolo di protagonisti attivi. “La società della rete è fondata su relazioni effimere – continua la Garante – se i giovani diverranno efficaci nei rapporti reali fra le persone diventeranno una barriera contro il cyberbullismo”.

Marina Caporale, vicepresidente di Corecom Emilia-Romagna, ha spiegato come la recente legge sul cyberbullismo non lo interpreti come reato, ma miri a creare consapevolezza attraverso una rete di informazione e prevenzione. Per coinvolgere i ragazzi riguardo questi temi alcuni licei di Bologna e Forlì hanno avviato dei percorsi attraverso cui gli studenti realizzano dei video-documentari alcuni dei quali sono stati proiettati durante il seminario. Michele Ferrari, direttore di Radio Immaginaria, animata da adolescenti fra gli undici e diciassette anni, ha presentato il programma #cacciabulli, dove raccontano le loro esperienze sia vittime di bullismo che i bulli stessi.

I media posso anche essere strumento di legalità. A questo proposito sono intervenuti Federico Lacche, direttore di Libera radio, emittente radiofonica dove si parla diffusamente di mafia come di un fenomeno strutturale; e il regista Marco Coppola che ha parlato agli studenti intervenuti al seminario di Giuseppe Ferrara, regista e documentarista che ha dedicato tutta la sua opera ai temi della mafia e del malaffare italiano.

Azioni sul documento

archiviato sotto: