La "Casa della memoria" dell'emigrazione dell'Emilia-Romagna è un progetto culturale richiesto dai giovani corregionali nella Conferenza di Buenos Aires del 2007. E' strutturato come una casa trasparente, all'interno della quale incontrare protagonisti, storie, racconti, libri, cataloghi, fotografie, documenti, filmati, musica.

Ogni stanza della casa è caratterizzata da un'immagine che è stata appositamente disegnata dall'artista bolognese Sergio Tisselli.

L’idea di fondo è quella di raccogliere in un archivio virtuale, proprio come in un museo, la documentazione raccolta nel tempo dalla Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, cresciuta enormemente negli ultimi anni grazie alla diffusione di internet e della posta elettronica. L’obiettivo è duplice: coinvolgere nel progetto i giovani delle associazioni, che hanno dimestichezza con gli strumenti informatici, e raccogliere, in un contenitore a disposizione di tutti, i materiali che consentono di non disperdere la memoria dell’emigrazione emiliano-romagnola, che contrariamente a quanto si pensa non è stata di lieve entità.

Nel secolo canonico dell’emigrazione italiana (1876-1973) sono usciti dalla nostra regione con destinazione “estero” oltre un milione di persone. Anche considerando l’elevato tasso di rientri, ci troviamo di fronte a circa 400 – 500 mila emigrati perenni che hanno lasciato traccia della loro esperienza migratoria nelle loro opere e nel ricordo affettuoso dei discendenti. Oltre 136 mila di questi discendenti oggi hanno la cittadinanza italiana e sono legati affettivamente alla loro regione d’origine.

Dalle attuali 85 associazioni emiliano-romagnole nel mondo arrivano costantemente alla Consulta documenti, fotografie, biografie di personaggi, storie che abbiamo pensato di organizzare in un contenitore strutturato come una casa,  nelle cui stanze è disseminata la memoria della diaspora emiliano-romagnola. Molte vicende di emigrazione, individuali e collettive, sono già state trattate sui mezzi di comunicazione della Consulta – sito, rivista e radio – ma ora trovano una casa in cui sistemarsi definitivamente, a disposizione di tutti i visitatori.

Per il loro contributo alla realizzazione della casa della memoria si ringraziano: Claudio MelloniLuisa Babini; Raffaella ButtiniBruno di BernardoRomina Birra.

Un grazie speciale ai dipendenti regionali che nel corso degli anni hanno lavorato con grande convinzione e dedizione al progetto.

 

Collabora ai contenuti

Chiunque può spedirci segnalazioni o contributi per arricchire la "Casa della memoria"

 

Per inviare contributi, potete utilizzare il nostro indirizzo di posta elettronica o spedire i materiali presso la nostra sede.

I testi devono essere in formato accessibile (word o pdf). Le immagini devono avere una risoluzione buona per essere riproposte sul sito.

Unitamente ai Contenuti, si prega di compilare e inviare la presente dichiarazione: modulo invio contenuti e di leggere attentamente le note legali.

Spedire a:

CONSULTA DEGLI EMILIANO-ROMAGNOLI NEL MONDO | Assemblea Legislativa Emilia-Romagna

Viale Aldo Moro, 50, 3° piano,  40127 Bologna (BO) - Italia

E-mail: consulta@regione.emilia-romagna.it | 

La casa

La cucina

La cucina secondo Tisselli

Il salotto

Il salotto  secondo l'artista Tisselli

La stanza della musica

Stanza della musica

La biblioteca

La biblioteca secondo Tisselli

La stanza degli ospiti

Le storie

La stanza dei ragazzi

Stanza dei ragazzi