Non ereditiamo

Patrimonio

Il Comune di Riccione, in rete con Sc primaria Rosaspina di Riccione e Sc sec I gr San Lorenzo di Riccione realizza il progetto Non ereditiamo il mondo dal nostri padri, ma lo prendiamo in prestito dal nostri figli

Il Progetto intende richiamare alla mente i contenuti del capo indiano Seattle all'Assemblea Tribale del 1854. In risposta ad un'offerta di acquisto che il "Grande Capo" di Washington fece per una vasta area di territorio indiano in cambio di una riserva per il popolo indiano, la risposta del Capo indiano rimane forse ancor oggi il più bello e profondo documento ecologico. “lo credo che comminare sanzioni, contemplare reati in ambito ambientale sia doveroso ma non sia sufficiente: è necessario intervenire con una politica di grande respiro, a lungo termine altrimenti il patrimonio che abbiamo a disposizione oggi non ci sarà più domani".Ecco allora entrare in campo l'Educazione ambientale come strumento imprescindibile da cui partire per far capire l'importanza di alcune scelte". "Insegnare ai bambini a porsi correttamente nei confronti dell 'ambiente che li circonda". Queste sono frasi pronunciate dal sottosegretario al ministero dell 'Ambiente, Barbara Degani, durante l'incontro tra le scuole e la Fipsas (federazione pesca sportiva) al Coni dello scorso gennaio. La sensibilità verso l'ambiente dovrà trovare nuove basi per svilupparsi a scuola, con la speranza che si possa introdurre le nuove generazioni ai temi della tutela delle risorse del territorio, dell'alimentazione sostenibile, del rispetto degli animali e della protezione del Pianeta facendo loro capire che "non ereditiamo il mondo dai nostri padri, ma lo prendiamo in prestito dai nostri figli" ..

 

Ambiti di lavoro:

 

Il territorio inteso come sistema naturale e conoscenza dei suoi prodotti.

Il percorso sarà improntato sulla relazione che lega la storia del nostro territorio a l'attuale paesaggio (visite ad alcuni centri storici e rocche del territorio dei Malatesta e dei Montefeltro alla scoperta della geologia e dell'uso del territorio); potrà far acquisire ai bambini atteggiamenti e comportamenti positivi nei confronti della natura e dei suoi prodotti. Il percorso permetterà di sviluppare/potenziare le capacità senso-percettive, manipolative, espressive e cognitive in un contesto educativo stimolante. Il giardino della scuola

Il percorso permetterà di:

-Conoscere e discriminare le diverse specie vegetali presenti nel giardino della scuola (dalle specie erbacee a quelle arbustive ed arboree)

-Raccogliere e conoscere erbe spontanee commestibili

-Osservare e approfondire le parti fondamentali di una pianta: la radice, il fusto e la foglia. (Ognuno di essi ha una determinata funzione, e tutti insieme ne permettono la sopravvivenza .. . )

Si vedano Il territorio e i suoi prodotti di qualità, elaborato prodotto dalla III e dalla IV A della Scuola Primaria Rosaspina - Istituto Comprensivo di Coriano, e sullo stesso tema, l'elaborato della IIA e della IIB.

 

 

Dall'economia del petrolio alla Blue Economy passando per la Green Economy

Possibili temi da trattare e approfondire

- Lo sviluppo sostenibile

- L' impronta ecologica

- Calcolo pratico dell'impronta ecologica relativa al tragitto casa-scuola con diversi mezzi: bicicletta, automobile, autobus

- Le fonti energetiche rinnovabili

- L'efficienza energetica nelle abitazioni

- L'uso dell'energia in casa: confronto tra costi relativi all'uso di diversi tipi di lampade nell'illuminazione domestica

 

La biodiversita '

Possibili temi da trattare e approfondire

- Rilevazione statistica delle specie con il metodo S.C.I (Sequential Comparison lndex)

- La biodiversità a livello di ecosistemi.

- La conservazione della biodiversità

Si veda La Valmarecchia: dalla conformazione del territorio alla biodiversità passando per borghi ricchi di storia e cultura, relazione dell'attività svolta dagli alunni della 3^ H della Scuola secondaria S. Lorenzo

 

 

L 'ecosistema naturale in ambiente urbano

- Esplorazione del verde urbano a partire dai parchi, corsi d'acqua e/o zone agricole esistenti

- Osservazione del verde naturale e del verde artificiale. Analisi delle specie "esotiche" introdotte in città (ailanto, robinia,  .. . ).

- Utilizzo di mappe cittadine per focalizzare l'attenzione sulle aree verdi, su eventuali possibilità di collegamento fra esse, sulle zone raggiungibili a piedi o in bicicletta ...

- Misurazione del verde cittadino utilizzando strumenti specifici quali google maps, planimetrie ...

- Elementi di progettazione verde: Proviamo a riprogettare insieme il giardino della scuola.

La proposta di lavoro che segue vuole introdurre le nuove generazioni ai temi della tutela delle risorse del territorio, dell'alimentazione sostenibile, del rispetto degli animali e della protezione del Pianeta. Il percorso vuole stimolare le capacità osservative e analitiche che dovrebbero essere proprie dell'uomo di scienza e che spesso si trascurano per mancanza di tempo.

Azioni sul documento