Passeggiando per Bologna

Diritti, Patrimonio

Progetto del CPIA Metropolitano di Bologna si intitola: Passeggiando per Bologna .... il Museo Diffuso da Carducci al Fiera District e comprende una rete molto ampia: Servizio Geologico Sismico e dei Suoli Regione Emilia-Romagna;  Museo Giardino Geologico "Sandra Forni" Regione Emilia Romagna; Centro Alberto Manzi Regione Emilia Romagna; Quartiere San Donato Bologna; Orto Botanico ed Erbario Università di Bologna; Il Giardino Memoriale di Casa Carducci Bologna e Casa Carducci a Bologna; Museo Civico del Risorgimento di Bologna; Quartiere Santo Stefano di Bologna; SMK Videofactory;  Istituto Professionale Statale per l'Artigianato e i Servizi (IPSAS) Aldrovandi Rubbiani; Compagnia Teatro Dell'Argine San Lazzaro di Savena (Bo); Associazione culturale "Le altre voci di Afkar"

Il progetto intende avvicinare in modo attivo e consapevole questi nuovi cittadini del CPIA Metropolitano di Bologna ad alcuni luoghi da loro fruiti del Patrimonio di Bologna stessa. Luoghi a cui gli studenti del CPIA passano accanto e vedono, forse anche tutti i giorni, ma che non conoscono. Attraversarli e conoscerli significa avvicinarli alle istituzioni, renderli consapevoli dei propri diritti, cittadini attivi, più sensibili e attenti alla cura del patrimonio storico-culturale e ambientale, capaci di dare un contributo alla collettività riguardo la conoscenza e la valorizzazione di questo Patrimonio e della Storia che ce lo ha consegnato.

L'obiettivo finale del progetto è quello di proporre la costituzione di un Museo Diffuso che coinvolga il Museo/giardino geologico, l'esposizione geologica all'Assemblea Legislativa, il Centro Alberto Manzi e l'Assemblea Legislativa stessa con la sua attività di visite guidate e di "casa dei cittadini". Un museo che con le parole istruzione, territorio, cittadinanza diventi un riferimento per chi si occupa di integrazione e cittadinanza.

Il progetto intende proporre un percorso attraverso questi luoghi, multidisciplinare e interculturale, che coniuga in base alla sensibilità dei partecipanti, diversi aspetti: linguistico, naturalistico, letterario-poetico, storico, geografico, geologico, artistico.

Il progetto intende avvicinare in modo attivo e consapevole questi nuovi cittadini ad alcuni luoghi presenti all'interno del Fiera District: il Museo-Giardino geologico "Sandra Forni", l'Assemblea Legislativa e il Centro di Documentazione Alberto Manzi. Luoghi istituzionali in cui la Regione Emilia-Romagna si apre ai cittadini per sostenere, promuovere e diffondere pratiche di cittadinanza. Cittadinanza come diritto di cittadinanza con l'Assemblea Legislativa che è il parlamento più prossimo ai cittadini e promuove occasioni di incontro e scambio con i cittadini sulle tematiche che attengono al mondo delle regole, alla democrazia partecipata e alla cittadinanza nel suo complesso;

- diritto all'istruzione con il Centro Alberto Manzi che costituisce un punto di riferimento per la ricerca educativa e didattica e per la comunicazione educativa;

- diritto di conoscere il luogo in cui si vive, le sue risorse, i rischi a cui è esposto con il Museo-Giardino geologico "Sandra Forni" per il Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna che si occupa di diffondere le conoscenze acquisite sul territorio emiliano-romagnolo per sensibilizzare la società verso il rispetto dell'ambiente, l'uso sostenibile delle risorse naturali e l'importanza della geodiversità.

- conoscenza del territorio riguardo agli aspetti storici, culturali, naturalistici in quanto il progetto prevede riferimenti alla storia di Bologna e alle "risorse" che Carducci e la città si sono scambiati (la nascita dello Studio, per esempio ... ). Il progetto coniuga letteratura, lingua italiana, storia, educazione civica e discipline naturalistiche in un'ottica interculturale. La poesia e il ruolo di Giosuè Carducci, il monumento del 1848 a Bologna all'ingresso del Giardino dell·a Montagnola, il monumento a Vittorio Emanuele II ai Giardini Margherita e altri monumenti storici che si incontrano camminando per le vie e le piazze di Bologna ci conducono a conoscere la storia d'Italia e di Bologna e gli intrecci con altre prestigiose realtà cittadine, come l'Archiginnasio e l'Ateneo Alma Mater Studiorum.

Conoscere e amare la figura di Carducci anche rispetto al suo rapporto con la città dagli anni del suo arrivo nel 1860. Il volto della città stava cambiando radicalmente, in particolare dopo l'Unità d' Italia. Scoprire con gli studenti stranieri la nascita dell'Università (lo Studium, la prima Scuola di Diritto) e del Comune nel XII-XIII sec., scoprire il ruolo del professar Carducci, il suo impegno all'interno della Deputazione di Storia Patria

mentre a Bologna si valorizzano le tombe dei primi Maestri dello Studio e la città si sviluppa con profonde trasformazioni (es: discussioni sull' abbattimento delle mura ).

L'Orto Botanico e l'Erbario di Bologna, il Giardino Memoriale di Casa Carducci e la poesia di Carducci, i Giardini Margherita, Il giardino della Montagnola stimolano la conoscenza botanica e paesaggistica. Il Giardino Museo Geologico, i monumenti del percorso museale all'aperto proposto ci conducono alla scoperta del materiale, marmo e gesso dei bozzetti e di altri materiali, alla loro localizzazione e uso nel tessuto emiliano e bolognese, alla conoscenza delle risorse del nostro territorio e di altri territori di provenienza.

 

Aspetti innovativi e sperimentali

- Coinvolgimento attivo degli studenti nella progettazione di attività comunicativo-espressive con metodologia laboratoriale, per promuovere lo sviluppo delle capacità creative;

- Contatto con realtà associative e culturali che siano utili all'integrazione e all'inclusività e all'esercizio della cittadinanza;

- Apprendimento cooperativo anche con l'utilizzo delle tecnologie e del digitale.

 

Attività didattiche

Sono state articolate molte attività interdisciplinari, come si può vedere scorrendo il Diario di Bordo con gli sviluppi progettuali da ottobre 2015 ad aprile 2016.

In particolare:

- Visite laboratoriali al giardino memoriale, ai giardini musei all'aperto diffusi sul territorio bolognese (guidati dal personale didattico dei musei stessi)

 Il 14 dicembre scorso si è svolta la prima lezione fuori aula: per le vie e le piazze di Bologna dalla sede centrale in Viale Vicini 19 all' Orto botanico in Via Irnerio 42: Toponomastica risorgimentale, monumenti; i canali, le attività, toponomastica; piante autoctone e di varie parti del mondo, il melograno. Vai al FOTO-RACCONTO

 

- Visita all'esposizione dell'Assemblea legislativa " Governare il territorio" (Museo Giardino geologico regionale) - Laboratorio sul suolo (Servizio Sismico e del Suolo della regione Emilia Romagna)

Locandina laboratorio 18 gennaio 2016 "Il Museo diffuso da Carducci al Fiera District"

Video dell'accoglienza in Assemblea legislativa della delegazione del CPIA Bologna il 18 gennaio 2016 per il laboratorio "Il Museo diffuso tra Carducci al Fiera District"

Fotoracconto della visita al museo e dei laboratori didattici del 18 gennaio

 

- Visite di studio in Assemblea legislativa

Locandina della visita di studio del 22 febbraio 2016 

Si veda il fotoracconto della visita studio in Assemblea legislativa del 22 febbraio, che ha incluso anche una visita guidata alla mostra didattica "I genocidi del XX secolo".

Si segnala anche il video che racconta l'intera esperienza.

Si vedano anche le immagini delle altre visite alla mostra effettuate da gruppi di studenti del CPIA alla mostra sui genocidi.

 

- Percorso didattico nel centro storico alla scoperta delle tracce della città medievale cara al Carducci e alla sua generazione (docenti CPIA in lezione fuori aula)

- Elaborazioni scritta e visiva (docenti CPIA e Centro Alberto Manzi)

- Realizzazione di un essenziale mappa di comunità multilingue a sostegno del progetto Museo diffuso multilingue (Museo Giardino geologico e Assemblea legislativa)

- Sviluppo del prototipo delle audio guide (Museo Giardino geologico e Assemblea legislativa)

- Realizzazione di un evento scenico-teatrale nel Giardino Memoriale di Casa Carducci (Compagnia Teatro dell'Argine)

- Realizzazione di un docu-video dell'attività svolta (docente CPIA per riprese video e montaggio)

- Incontri tematici al CPIA metropolitano di Bologna riguardanti in particolare:

il poeta Vate Giosuè Carducci e l'ordinamento giuridico e l'idea di Unità d'Italia e dei diritti e doveri dei cittadini. Università Alma Mater di Bologna e l'insegnamento di Giosuè Carducci.- Viaggio del Poeta dal Paesaggio dalla Maremma a Bologna: al di qua e aldilà dei'Appennino'- Teseo-Emiliano (docente CPIA M.).

-la tutela del Patrimonio ambientale-paesaggistico in Italia con riferimenti alla legislazione.

Diritto al cibo e sostenibilità ambientale. Le piante, la biodiversità. Riferimenti e comparazioni con i Paesi di provenienza degli studenti riguardo ad ambiente, sostenibilità, tutela del Patrimonio, letteratura (docente CPIA M.).

-  Archivio storico: conservazione e trasformazione del Patrimonio, aspetti della catalogazione, sperimentare con i sensi gli archivi e avvicinarsi alla ricerca storica (docente esterno al CPIA)

-  Documentari sul Viaggio, l'Altrove, il Patrimonio (SMK Videofactory)

 

Il progetto ha come esito la realizzazione di:

• un evento con azioni sceniche da realizzare nel Giardino Memoriale di Casa Carducci,

• una mappa essenziale, riguardante l'itinerario museale proposto, scritta sia in italiano che nelle lingue degli studenti e corredata di fotografie e disegni degli studenti stessi,

• l' implementazione del sito interattivo/mappa sviluppato per l'edizione di conCittadini 2015. Nella mappa interattiva sono stati caricati i punti in cui si è svolto e  realizzato il percorso del Progetto con gli studenti.

• lo sviluppo di un prototipo di audioguide a supporto della visita ad alcuni spazi del Museo Diffuso, in particolare all'esposizione "Governare il territorio" presente all'interno dell'Assemblea Legislativa. Il tutto potrà essere inserito in percorsi museali in siti istituzionali del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna.

• L'attività verrà documentata nel suo evolversi da video-riprese gestite in modo cooperativo con gli studenti stessi e ciò costituisce un ulteriore esito dell'attività svolta.

Si vedano in particolare le pagine web realizzate in collaborazione con il Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna

Azioni sul documento