Contatti

Per informazioni sulla mostra:

 

Elisa Renda

Servizio Diritti dei cittadini

Viale Aldo Moro, 50

40127 Bologna

tel. (+39) 051 527 7644

email elisa.renda@regione.emilia-romagna.it

 

Mostra "I genocidi del XX secolo"

Mostra itinerante a disposizione delle scuole, associazioni, istituzioni, enti, che ne fanno richiesta

Foto mostra genocidiIl XX secolo, spesso definito come il «Secolo dei genocidi», fu contrassegnato dalla volontà di alcuni governi al potere di procedere all’annientamento fisico e programmato di un gruppo di esseri umani. Questa mostra, realizzata dal Mémorial de la Shoah di Parigi, col sostegno dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, propone un approccio comparato dei tre genocidi riconosciuti all’unanimità come tali: il genocidio degli Armeni dell’Impero ottomano, il genocidio degli Ebrei d’Europa e quello dei Tutsi in Ruanda.

Originato dal greco genos (clan, gruppo) e dal latino caedere (uccidere), il termine genocidio fu coniato alla fine del 1943 da Rafael Lemkin, giurista ebreo polacco rifugiatosi negli Stati Uniti e riveste un significato giuridico molto preciso, differenziandosi per questo dagli altri crimini di massa. «Pulizia etnica», «etnocidio», «politicidio», i crimini contro l’umanità rappresentano tutti delle infrazioni al diritto penale internazionale di gravità estrema, tuttavia non corrispondono a crimini di identica natura. Se tutte le sofferenze umane si equivalgono, ogni crimine di massa risponde ad una sua propria logica e persegue un obiettivo specifico.

Il Mémorial de la Shoah di Parigi, impegnato da dieci anni nel promuovere attività di conoscenza e di prevenzione dei genocidi, insieme all’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna propongono una mostra a vocazione didattica che offre a tutti i visitatori gli strumenti per comprendere i processi politici e culturali che hanno portato alla distruzione programmata di un popolo.
Uno strumento di vigilanza per il presente e per il futuro.
 

Foto: Eleanor Roosevelt, presidente del Comitato di redazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, vedova dell’ex Presidente americano, mostra un esemplare della Dichiarazione adottata dalle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, il giorno successivo all’adozione della Convenzione per la prevenzione e la repressione del delitto di genocidio. (Lake Success, New York, Stati Uniti, 1949). Foto di pubblico dominio.

Il primo allestimento

 

 La mostra  è stata inaugurata presso la sede dell’Assemblea legislativa a Bologna  il 26 gennaio 2016 alla presenza della Presidente dell’Assemblea legislativa, Simonetta Saliera e di Bruno Boyer, Responsabile delle Relazioni Internazionali del Mémorial de la Shoah di Parigi. Si veda il FOTORACCONTO dell'evento inaugurale.

 

 

Nell'arco di 5 settimane di allestimento, è stata visitata da oltre 800 persone, di cui la stragrande maggioranza composta da studenti delle scuole superiori.

 

 Vedi la raccolta fotografica delle visite guidate alla mostra

 

 

Scarica qui la pubblicazione sull'iniziativa

 

 

 

Occasioni di approfondimento

 

Il Mémorial de la Shoah organizza ogni anno a Parigi un seminario intensivo sulla storia della Shoah, rivolto esclusivamente a docenti di lingua italiana, ma anche a responsabili e guide di musei, memoriali e associazioni che si occupano di trasmettere questo insegnamento.

La 6^ edizione dell'Università italiana a Parigi è in programma dal 29 maggio al 3 giugno 2016. Per saperne di più, leggi la scheda di presentazione.

  

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/01/2016 ultima modifica 01/03/2016

< tags: >
Strumenti personali

Servizio Documentazione, Europa, Cittadinanza attiva - Viale Aldo Moro, 50 - 40127 Bologna