Seminari di Cinema e storia

Nati dall'esigenza di una riflessione metodologica sull'uso degli audiovisivi nella didattica della storia, i seminari propongono alcuni percorsi su nodi tematici della storia del Novecento.
I seminari di Cinema e Storia, dedicati agli studenti universitari, sono realizzati dall'Istituto per la Storia e le Memorie del '900 PARRI, Sezione Audiovisivi, in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, il Corso di laurea in DAMS dell’Università di Bologna e la Videoteca regionale.

Nati dall'esigenza di una riflessione metodologica sull'uso degli audiovisivi nella didattica della storia, i seminari propongono alcuni percorsi su nodi tematici della storia del Novecento costruiti attraverso un lavoro comparato sulle fonti audiovisive.

Film dell’immediato dopoguerra vengono analizzati perché strumento di cui una società dispone per autorappresentarsi e costruire narrazioni significative sulla propria identità, passata, presente e futura.

I seminari quindi analizzano tramite il linguaggio cinematografico due questioni rilevanti:
  • la costruzione di nuovi modelli di cittadinanza, come conseguenza delle grandi transizioni politico-istituzionali del ‘900;
  • il ruolo della cinematografia in quei processi collettivi, con particolare riferimento all’Italia del secondo dopoguerra.
Alla fine di ogni seminario le tesine degli studenti vengono raccolte nella annuale edizione di Cinema e Storia, consultabile presso la Biblioteca dell’Assemblea legislativa.

 

2014-2015    100 anni in trincea. Il cinema e la Prima guerra mondiale
gennaio - febbraio

Il cinema ha rappresentato spesso, soprattutto nella prima metà del XX secolo, il primo conflitto mondiale, di cui ricorre nel 2015 il primo centenario dell’entrata in guerra dell’Italia.

A partire dai primi filmati realizzati da cineoperatori dei paesi in campo, fino alle prime rappresentazioni, e poi, via via, alle produzioni di fiction italiane, europee e d’oltre oceano, la prima guerra mondiale è stata raccontata come un’immensa tragedia e come la prima grande guerra moderna di massa.  Nel seminario per ricostruire l’immaginario e le idee di cittadinanza sono analizzate le rappresentazioni che si succedono nel tempo, con materiali/filmati di vario genere.

  • Charlot in trincea 1918 di C. Chaplin
    All'ovest niente di nuovo
    (All Quiet on the Western Front, 1930), regia di Lewis MilestoneLa guerra lampo dei Fratelli Marx(Duck Soup, 1933, Stati Uniti), regia di Leo McCarey
    Cavalleria
    (1936, Italia), regia di Goffredo Alessandrini
    La grande illusione
    (La grande illusion, 1937), regia di Jean Renoir
    La leggenda del Piave
    (1952, Italia), regia di Riccardo Freda
    Addio alle armi
    (A Farewell to Arms, 1957), regia di Charles Vidor
    Orizzonti di gloria
    (Paths of Glory, 1957), regia di Stanley Kubrick
    La grande guerra
    (1959), regia di Mario Monicelli
    War Horse (2011), regia di Steven Spielberg

Azioni sul documento