Collaborazione con il Dipartimento di Scienze statistiche dell'Università di Bologna

Il Protocollo di coordinamento tra la biblioteca del Dipartimento di Scienze Statistiche dell’Università di Bologna e la biblioteca dell’Assemblea legislativa, firmato nel giugno 2009, consolida la collaborazione in atto tra le due biblioteche e prevede la cooperazione e condivisione di esperienze tra biblioteche che hanno ottenuto la certificazione di qualità, lo sviluppo armonizzato delle collezioni bibliografiche, la realizzazione di servizi informativi e iniziative culturali.

La Biblioteca dell'Assemblea legislativa e la Biblioteca "Paolo Fortunati" del Dipartimento di Scienze Statistiche, alma materche hanno sviluppato da oltre un decennio esperienze consolidate di collaborazione reciproca e hanno ottenuto entrambe la certificazione di qualità ISO 9001, sono interessate a promuovere forme di collaborazione volte a fornire agli utenti servizi ed attività integrate di diffusione dell'informazione, ricerca e promozione.

Le biblioteche, in particolare, si impegnano a mettere in atto attività di collaborazione reciproca per:

  • Condividere esperienze fra biblioteche certificate e collaborare allo sviluppo dei rispettivi sistemi qualità, anche attraverso lo scambio e la partecipazioni a incontri, visite di audit e focus group;
  • Promuovere, nell’ambito del progetto BIC (Biblioteche Italiane Certificate), la cooperazione interbibliotecaria fra biblioteche che hanno ottenuto la certificazione di qualità e collaborare alla definizione di un documento di intenti che traduca le buone pratiche, sviluppate nel coordinamento BIC, in collaborazioni stabili nel tempo;
  • Conoscere ed armonizzare lo sviluppo delle collezioni bibliografiche con particolare riferimento alle fonti statistiche;
  • Realizzare servizi informativi e iniziative culturali di carattere tecnico: strumenti di approfondimento tematico, presentazioni di libri, iniziative seminariali di divulgazioni di studi, analisi e risultati di ricerche di rilievo regionale;
  • Promuovere occasioni di aggiornamento professionale aperte ai rispettivi collaboratori;
  • Diffondere i risultati di tale condivisione di esperienze e saperi tramite anche attraverso la partecipazione ad iniziative a rilevanza pubblica.

Azioni sul documento