Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Regione, autonomia. Informativa su negoziato con Governo, “chiudere prima di scioglimento Camere”

L’assessore Petitti ribadisce l’obiettivo a commissioni Bilancio e Territorio: “in corso tavoli tecnici”. Richieste di chiarimento da parte di Piccinini (M5s) su rischio sismico e bonifiche

18/12/2017 17:49

Nella seduta congiunta della commissione Bilancio, affari generali e istituzionali, presieduta da Massimiliano Pompignoli, e della commissione Territorio, ambiente e mobilità, presieduta da Manuela Rontini, si è tenuta un’informativa degli assessori Emma Petitti (Bilancio e riordino istituzionale), Paola Gazzolo (Territorio e ambiente) e Raffele Donini (Trasporti e infrastrutture) sul negoziato in corso tra la Regione Emilia-Romagna, insieme con la Regione Lombardia, e il Governo sul tema dell’autonomia differenziata.

L’assessore Petitti ha spiegato che il percorso istituzionale si sta sviluppando attraverso tavoli tecnici. Si sono svolti – ha evidenziato – approfondimenti su materie, individuate di concerto col Governo, ricomprese in quattro ambiti: lavoro, istruzione, ambiente e politiche per la salute. Il tavolo politico – ha precisato – che ha dato avvio all’iter istituzionale (la prima volta riunitosi a Bologna, la seconda a Milano, ndr) dovrebbe essere riconvocato a breve a Roma. “L’obiettivo comune- ha concluso l’assessore Petitti- è di arrivare a sottoscrivere un’intesa prima dello scioglimento delle Camere”.

L’assessore Donini, ricordando che sulle materie di sua competenza non si è ancora tenuto alcun tavolo tecnico, ha evidenziato come, in materia urbanistica, il tema della rigenerazione urbana sia quello individuato in via prioritaria per gli approfondimenti tecnici, tanto dall’Emilia-Romagna che dalla Lombardia. In materia di infrastrutture, infine, ha sottolineato come sia stata richiesta certezza dei finanziamenti e sinergia nella programmazione.

L’assessore Gazzolo ha riferito dei lavori del tavolo tecnico in materia di ambiente. La nostra delegazione e quella lombarda – ha spiegato – hanno richiesto una semplificazione amministrativa e un riordino di competenze finalizzati a rendere più efficaci le politiche regionali. Infine, ha concluso, si è chiesta programmazione piena in tema di interventi di contrasto e prevenzione del dissesto idrogeologico, di bonifica dei siti inquinati e di gestione della risorsa idrica, in forza dell’approccio integrato con cui agisce la Regione.

In sede di dibattito Silvia Piccinini (M5s) ha chiesto chiarimenti sulle competenze in tema di rischio sismico e sulle semplificazioni in tema di bonifiche e scarichi in fognatura, che a suo avviso richiedono funzioni gestionali a Comuni e Province sovradimensionate rispetto alle capacità gestionali di questi due enti locali, in particolare delle seconde. In tema di rischio sismico, l’assessore Donini ha risposto che la richiesta di autonomia aggiuntiva riguarda competenze legislative e amministrative in capo alla Regione. L’assessore Gazzolo, infine, ha specificato che le semplificazioni richieste ineriscono competenze amministrative già in capo ad Arpae (Agenzia regionale per la protezione ambientale e l’energia).

(Luca Govoni)

« Torna all'archivio

Azioni sul documento