sabato 26.07.2014
caricamento meteo
Sections

conCittadini 2011/2012

L'Assemblea legislativa

foto insediamentoEletta direttamente dai cittadini, l’Assemblea legislativa esercita la potestà legislativa che la Costituzione attribuisce alle Regioni all’Art. 123.
L’Assemblea legislativa rappresenta l’intera comunità regionale, determina l’indirizzo politico e amministrativo della Regione ed esercita attività di controllo sull’operato della Giunta regionale. Per queste funzioni può essere definita come un parlamento regionale.

Come parlamento più prossimo ai cittadini, l’Assemblea legislativa riconosce come istanze fondamentali del rapporto fra istituzione e società civile il confronto permanente con le organizzazioni che la rappresentano e la promozione della democrazia partecipata. Per questo l 'Assemblea legislativa è impegnata da anni in attività di educazione alla cittadinanza, sviluppando iniziative formative, percorsi di partecipazione e attività di comunicazione rivolte a giovani, adulti, istituzioni.

Le istituzioni

fotoistituzioni.gifNella realizzazione dei percorsi che danno vita ai progetti di cittadinanza attiva un grande ruolo svolgono le istituzioni che il territorio interpretano, accompagnano, sostengono.

Sono le Province, i Comuni piccoli o grandi, i Quartieri o le Circoscrizioni cittadine, e tutte le altre realtà istituzionali che, di volta i volta, collaborano con l'Assemblea per promuovere e sviluppare un'idea di cittadinanza aperta e condivisa.

 


> Vai

Le realtà territoriali

fotoassociazioniCollaborano con l'Assemblea, con le scuole e le istituzioni quelle realtà associative che operano sul territorio nei differenti settori di interesse. A seconda della tematica di lavoro e approfondimento, individuata dalle scuole o dai gruppi di adulti che intendono interagire con l'Assemblea, le associazioni svolgono un ruolo di accompagnamento e sostegno, affinchè gli argomenti trattati vengano sviluppati con la collaborazione diretta di quei soggetti che queste tematiche trattano. Non vengono coinvolte pero solo le associazioni. La rete di collaborazioni si estende alle Università, Istituti e Istituzioni, centri culturali, ecc.


> Vai

Le scuole

foto scuoleLavorano con l'Assemblea legislativa classi, gruppi di classi, scuole intere, reti di scuole di ogni ordine e grado di tutta la regione.

Assieme all'Assemblea questi soggetti condividono i loro percorsi con le realtà che sul loro territorio sviluppano e approfondiscono i temi di interesse e di lavoro.

Sono associazioni, fondazioni, enti o organizzazioni non governative, istituti di ricerca o altro che divengono, così, interlocutori delle scuole direttamente coinvolti nel territorio.

 


> Vai

I CCR, le Consulte, le realtà giovanili

foto maniProtagonisti di conCittadini sono gli studenti delle scuole della regione, ma anche i bambini ed i giovani appartenenti a realtà organizzate di partecipazione, come i Consigli Comunali Ragazzi, le Consulte Giovanili e altro.

Sono, ancora, protagonisti di conCittadini gli adulti che accompagnano i ragazzi in questi percorsi, ma anche tutti coloro i quali desiderano condividere esperienze di contatto con l'istituzione e di approfondimento delle tematiche legate ai temi della democrazia e della partecipazione. 


> Vai

 

L'edizione 2011/2012

L’edizione 2011/2012 di Concittadini ha conseguito nuovi traguardi, in termini di partecipazione, ma anche di innovazione progettuale e ricchezza di contributi. Infatti sono stati coinvolti circa 9.000 ragazzi dell’Emilia-Romagna attraverso 65 istituti scolastici e 46 realtà di aggregazione giovanile tra Consigli Comunali dei Ragazzi e Consulte giovanili, e molti Consiglieri regionali hanno preso parte alle iniziative sul territorio e a quelle ospitate presso la sede dell’Assemblea legislativa, aumentando così in maniera sensibile le occasioni di dialogo tra i giovani cittadini e la politica.

 

La grande ricchezza progettuale ha ricompreso anche sviluppi internazionali, come quello che ha portato oltre 100 fra ragazzi, amministratori, genitori ed insegnanti, alla sede Onu di Ginevra il 9 maggio scorso. Una Festa dell’Europa all’insegna della didattica dei Diritti Umani, con uno specifico focus sul Diritto all’Educazione, quella vissuta dall’Istituto Comprensivo di Cortemaggiore e dalla Scuola Primaria di San Pietro in Cerro, che avevano condotto nei mesi precedenti attività di studio ed approfondimento meritevoli di una restituzione ad alto livello.  Il desiderio di confrontarsi su un palcoscenico internazionale, di condividere le metodologie pedagogiche ottimizzate nel corso degli anni con un continuo sviluppo di progetti educativi ha condotto l’Assemblea Legislativa a relazionarsi con l’Ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra per concordare con gli esperti ONU nonché con quelli dell’Alto Commissariato per i Diritti Umani la giornata formativa ed il confronto metodologico con gli studenti ed i docenti della realtà piacentina. La grande qualità dei percorsi realizzati da tanti partecipanti di Concittadini ha inoltre suggerito la realizzazione di alcuni momenti tematici di restituzione, in cui sono confluiti i contributi più interessanti.

 

Questo vivace laboratorio della partecipazione giovanile si è quindi concluso con tre importanti giornate finali alla presenza di 600 studenti e figure di spicco della società civile italiana, oltre a un nutrito gruppo di Consiglieri regionali.

 

 

 

 

> Scarica il programma delle tre giornate

Contributi dalle scuole e dal territorio

Clicca qui per vedere tutti i contributi delle scuole

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/10/2011 ultima modifica 22/04/2013

Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna - Viale Aldo Moro 50, 40127 Bologna - Tel. 051.5275226 - PEC PEIAssemblea @ postacert.regione.emilia-romagna.it Codice Fiscale : 80062590379 , Codice IBAN: IT46 V 02008 02435 000003010362 – Unicredit Spa - Filiale di Via Ugo Bassi, 1 – 40121 Bologna